Scopriremo insieme gli itinerari gastronomici più succulenti, sperimentando nuove ricette per stupire il palato!

Tortelli di zucca

tortelli di zucca

I tortelli di zucca sono una ricetta con una lunga tradizione alle spalle: si narra infatti che questo piatto risalga addirittura al 1500, ovvero al periodo in cui la zucca dalle Americhe arriva nella nostra penisola.
Sono molte le varianti di tortelli di zucca che si sono affermate col tempo, specialmente nella Pianura Padana, terra ricchissima di coltivazioni di zucca e patria di una delle varietà più famose: la zucca mantovana.
zucca mantovana
foto di il contadino online
La variante più famosa di questo piatto è forse quella dei cappellacci alla ferrarese, un'altra città ricchissima di cultura gastronomica. La differenza tra i due tipi di pasta è proprio nel ripieno: mentre i tortelli di zucca alla mantovana prevedono una farcia più ricca a base di zucca, amaretti, mostarda e parmigiano, nei cappellacci alla ferrarese troviamo soltanto zucca (di varietà violina) e parmigiano.

La ricetta dei tortelli di zucca che ho scelto di preparare segue la tradizione Mantovana,

anche se la forma che gli ho dato è più simile a quella del cappellaccio. La sfoglia con cui realizzare i tortelli di zucca è una classica pasta all'uovo, che dev'essere però molto sottile.
Nonostante i tortelli di zucca "industriali" siano ormai facilmente reperibili nel banco frigo di quasi tutti i grandi supermercati d'Italia, prepararli in casa è sempre la scelta migliore: la realizzazione dei tortelli è infatti molto semplice, ed in questo modo sarete certi di utilizzare ingredienti di prima qualità!
Per quanto riguarda il condimento invece, la ricetta tradizionale prevede una semplice salsa a base di burro e salvia. Naturalmente in base ai vostri gusti potrete scegliere di condire i tortelli di zucca in altri modi, tuttavia il mio consiglio è quello di utilizzare sempre un condimento molto leggero, in modo da esaltare appieno i sapori racchiusi nei tortelli di zucca.

Senza ulteriori indugi, andiamo a vedere nel dettaglio come realizzare i tortelli di zucca! 

Ingredienti: (dose x 4 persone)

 Per la sfoglia dei tortelli di zucca:

  • 300g di farina 00
  • 3 uova
  • un cucchiaino di olio 

Per il ripieno dei tortelli di zucca: 

  • 1 zucca mantovana 
  • 100g di amaretti
  • 100g di parmigiano reggiano 
  • 30g di mostarda mantovana
  • sale, pepe e noce moscata 
  • un po' di scorza di limone grattugiata

Per il condimento dei tortelli di zucca: 

  • 30g di burro
  • 1 mazzetto di salvia fresca
  • qualche cucchiaio di parmigiano 

Preparazione: 

  1. La prima cosa da fare quando si preparano i tortelli di zucca è certamente la zucca: tagliatela a pezzi lasciando anche la buccia, ponetela su una teglia e cuocetela in forno a 180° per circa 45 minuti, fin quando non risulterà morbida e asciutta. 
  2. Non appena la vostra zucca sarà cotta, sfornatela e fatela raffreddare, nel frattempo preparate la pasta all'uovo. A questo link troverete nel dettaglio tutti i passaggi per ottenere una pasta all'uovo perfetta, liscia e pronta ad essere modellata. 
  3. Mentre l'impasto riposa (30 minuti in frigorifero) preparate il ripieno per i vostri tortelli di zucca: frullate gli amaretti e metteteli da parte, quindi separate la polpa di zucca dalla buccia e frullate anche quella, insieme alla mostarda mantovana. Quando anche questi due ingredienti saranno amalgamati trasferiteli in una ciotola,quindi aggiungete gli amaretti sbriciolati, la scorza di limone grattugiata, sale, pepe, noce moscata e parmigiano. Amalgamate bene il tutto fino ad ottenere un composto liscio e ben denso: se vi sembra che il ripieno rimanga troppo liquido aggiungete qualche cucchiaio di pangrattato, fino ad ottenere la giusta consistenza. 
  4. Una volta pronto il ripieno e trascorso il tempo di posa dell'impasto, passate alla sfogliatura della pasta all'uovo. Questo passaggio può essere svolto sia a mano che con l'apposita macchina sfoglia pasta: l'importante è ottenere delle sfoglie molto sottili. 
  5. A questo punto è giunto il momento di formare i vostri tortelli di zucca: tagliate la sfoglia in quadrati abbastanza grandi, circa 7cm per lato, quindi ponete il ripieno in una sac a poche e ponetelo al centro di ogni quadrato. 
  6. Chiudete i quadrati formando un triangolo, facendo attenzione a non lasciare bolle d'aria tra il ripieno e la pasta, quindi richiudete i due lati inferiori attorno al dito facendo attaccare la pasta e ponete il tortello su un piatto infarinato. Proseguite allo stesso modo per tutti i quadrati. 
    come chiudere tortello
    foto di winedharma.com/
  7. A questo punto passate alla cottura della pasta: calate i tortelli di zucca in acqua bollente e lasciate cuocere per 5/7 minuti; ricordate di non salare l'acqua della pasta dato che il ripieno è già salato. 
  8. Mentre i vostri tortelli di zucca cuociono preparate la salsa sciogliendo il burro in una padella abbastanza capiente insieme alle foglie di salvia, sciacquate e sminuzzate grossolanamente. Quando i tortelli saranno cotti, scolateli con una schiumarola direttamente nella padella, mantecate bene aggiungendo un po' di parmigiano, quindi togliete dal fuoco e servite. 

I vostri tortelli di zucca sono pronti per essere gustati! Buon appetito e buon divertimento! 

tortelli di zucca

Pizza Napoletana nel forno di casa

pizze napoletane forno di casa

Quanto ci piace la Pizza?? Che sia al taglio, rotonda, napoletana o romana, ogni momento ed ogni scusa sono buoni per concedersi un pezzo di questo meraviglioso capolavoro che tutto il mondo ci invidia.

La pizza napoletana nel forno di casa

Da qualche tempo ho scoperto una nuova ricetta che, sono sicura, entrerà subito nei vostri cuori: la pizza napoletana cotta nel forno di casa con il metodo combo dello chef pizzaiolo Gigio Attanasio; una vera rivoluzione per la pizza casalinga!
pizza napoletana margherita forno di casa

Ma come si fa a cuocere la pizza napoletana nel forno di casa?

La domanda sorge spontanea per tutti i cultori di questo genere d'impasto che, come sappiamo, è quasi sempre cotto in forni a legna professionali che raggiungono altissime temperature.
Eppure realizzare la pizza napoletana, buona come in pizzeria, non è soltanto possibile, ma anche semplice e divertente!
pizza napoletana bianca forno di casa


I segreti per una perfetta pizza napoletana a casa vostra

Per la realizzazione di questo piccolo miracolo è necessario seguire alcuni accorgimenti sia nella preparazione dell'impasto sia nelle fasi successive: lievitazione, stesura, condimento e cottura.
Anche gli utensili che utilizzate sono molto importanti: Il metodo combo di Gigio Attanasio prevede infatti una doppia cottura della pizza sul fuoco ed in forno, alla massima temperatura; avrete quindi bisogno di una padella antiaderente di ottima qualità dal diametro di 28/30 cm che possa essere preriscaldata a 310°C.

Senza ulteriori indugi, andiamo a vedere nel dettaglio tutti i passaggi per preparare la pizza napoletana nel forno di casa!

Ingredienti per l'impasto: 

  • 1kg farina forte (con più di 17g di proteine per kg) 
  • 670g di acqua a temperatura ambiente 
  • 0.50g di lievito di birra secco oppure 100g di lievito madre
  • 30g di sale
  • 1 cucchiaio di zucchero
  • 1 cucchiaio di olio extravergine d'oliva 

Ingredienti per il condimento: 

  • 1 barattolo di pomodori pelati 
  • 4 mozzarelle fior di latte 
  • 1 mazzetto di basilico 
  • parmigiano grattugiato 
  • ..tutto quello che desiderate aggiungere come topping! 

Preparazione: 

  1. La prima cosa da fare è naturalmente la preparazione dell'impasto: per qualsiasi dubbio o perplessità c'è il video di Gigi Attanasio che spiega questa fase. Iniziate la preparazione dell'impasto per la vostra pizza napoletana nel forno di casa sciogliendo il lievito nell'acqua a temperatura ambiente. Non appena quest'ultimo risulterà sciolto iniziate ad aggiungere la farina setacciata, meglio se spolverata dall'alto; in questo modo l'impasto inizierà fin da subito ad inglobare aria. Dopo aver aggiunto circa 1 quarto della farina, sempre continuando a mescolare, aggiungete l'olio e lo zucchero, e continuate a spolverare la farina fino ad arrivare a circa 1/2 kg
  2. A questo punto aggiungete il sale: per la buona riuscita dell'impasto è fondamentale ricordare di non aggiungere mai il sale nella prima fase, poichè potrebbe ammazzare l'effetto del lievito. Una volta aggiunto il sale procedete spolverando il resto della farina nell'impasto, sempre continuando a mescolare (potete impastare con una planetaria, con le fruste apposite o semplicemente con le mani!)
  3. Terminata la farina staccate delicatamente l'impasto dalla ciotola, appallottolatelo e ponetelo a riposare per 10 minuti, coprendolo con un panno leggermente umido. Trascorso questo tempo riprendete l'impasto e maneggiatelo nuovamente, facendo un breve rimpasto. Riponetelo quindi nuovamente nella ciotola, aspettate altri 10 minuti e procedete ad un altro rimpasto. A questo punto lasciatelo riposare per altri 5 minuti, quindi riprendete l'impasto, adagiatelo su una spianatoia infarinata e procedete formando dei panetti di circa 250g l'uno. Cercate di appallottolare i panetti chiudendo bene le estremità, quindi poneteli in un apposito contenitore ermetico ben separati tra di loro e lasciateli lievitare per 24h in un luogo asciutto a temperatura costante. Se trascorse otto ore vi sembra che i panetti si siano "afflosciati" riappallottolateli velocemente e continuate la lievitazione.
  4. Trascorse le 24h il vostro impasto per la pizza napoletana nel forno di casa è pronto per essere steso e cotto! anche per la stesura vi consiglio di visionare lo specifico video di Gigio Attanasio, in modo da assicurarvi una pizza perfetta. Prima di iniziare la stesura dei panetti, ricordate di mettere a riscaldare la padella che avete scelto (come già detto dev'essere di un materiale adatto alle alte temperature, del diametro di 28/30cm e preferibilmente dai bordi bassi) sul fuoco e di iniziare ad accendere il grill del forno elettrico alla massima temperatura
  5. Per la stesura procedete come segue: prendete un panetto, ponetelo su una spianatoia abbondantemente infarinata ed iniziate ad allargare il diametro del panetto picchiettando l'impasto con le dita, partendo dal centro per arrivare al bordo. ATTENZIONE! Uno dei segreti per avere il cornicione alto e soffice come nella classica pizza napoletana è quello di non manipolare assolutamente il bordo della pizza: quando stendete il panetto quindi assicuratevi di assottigliarlo bene nella parte centrale spostando l'impasto verso il bordo, che non deve essere toccato. 
  6. A questo punto la vostra pizza è pronta per essere condita e cotta: anche per questo passaggio potete seguire il video di Gigio Attanasio. Aiutandovi con i pugni prendete la pizza dalla spianatoia, fate cadere la farina in eccesso e ponetela sulla padella, facendo in modo che risulti una base circolare con lo spessore centrale omogeneo ed i bordi alti. Procedete quindi aggiungendo il pomodoro pelato, che avrete precedentemente passato e condito con sale, origano e un goccio d'olio, la mozzarella a dadini ed il parmigiano grattugiato. Terminate con un filo d'olio e lasciate cuocere circa 3 minuti, fino a quando il fondo della pizza non risulterà ben cotto
    cottura pizza napoletana forno casa
  7. A questo punto prendete la padella e, assicurandovi che la resistenza del grill rimanga accesa, ponetela il più vicino possibile alla parte superiore del forno, tenendola con le mani o poggiandola sul ripiano più alto. Ricordate che in questo passaggio il forno DEVE rimanere aperto, altrimenti la vostra pizza si indurirà eccessivamente. Dopo qualche minuto fate ruotare la pizza, facendo in modo che il cornicione cuocia uniformemente. 
  8. Non appena il cornicione ed il condimento risulteranno ben cotti, sfornate la vostra pizza e.. procedete allo stesso modo con tutti gli altri panetti, condendoli a vostro piacimento! Il risultato è una pizza napoletana cotta nel forno di casa davvero speciale!! Un grazie di cuore a Gigio Attanasio per aver condiviso con noi questo metodo davvero rivoluzionario! 
pizza napoletana forno casa metodo combo

Gnocchi con crema di zucchina gialla, burrata e pancetta croccante

gnocchi zucchina gialla burrata pancetta
Che cosa c'è di più tradizionale degli gnocchi? La pasta fresca italiana per eccellenza che, con il suo morbido impasto a base di patate e farina, si presta a mille diverse varianti.
La ricetta che propongo in questo post, gli gnocchi con crema di zucchina gialla, burrata e pancetta croccante, è una versione un po' insolita di questa classica pietanza; un modo originale per servire i vostri gnocchi sorprendendo i vostri commensali!
Preparare gli gnocchi con crema di zucchina gialla, burrata e pancetta croccante è semplice e veloce; per l'ottima riuscita del piatto l'elemento fondamentale è l'utilizzo di materie prime di alta qualità, così da esaltare al meglio i tre sapori principali: la zucchina gialla, delicata e acidula; la burrata, dolce e cremosa e la pancetta, speziata e saporita.
Anche la preparazione dell'impasto degli gnocchi è molto importante: per ottenere la giusta consistenza infatti è fondamentale utilizzare una quantità di farina adeguata, in modo da avere degli gnocchi soffici, leggeri e perfettamente digeribili. 
Nonostante gli gnocchi con crema di zucchina gialla, burrata e pancetta croccante non siano particolarmente calorici, potete ridurre ulteriormente il contenuto di grassi sostituendo la pancetta con del prosciutto crudo a cubetti. 
Andiamo adesso a vedere nel dettaglio come preparare, in pochi e semplici passaggi, i nostri gnocchi con crema di zucchina gialla, burrata e pancetta croccante!

Ingredienti: (dosi x 4 persone) 

  • 2 zucchine gialle 
  • 1 burrata 
  • 200g di pancetta affumicata
  • 700g di patate a pasta gialla
  • 300g di farina 
  • 1 uovo
  • sale q.b.
  • pepe nero
  • 1 mazzetto di menta fresca
  • 1 scalogno
  • olio extravergine d'oliva

Preparazione: 

  1. La prima cosa da fare per preparare gli gnocchi con crema di zucchina gialla, burrata e pancetta croccante è mettere a bollire le patate che utilizzerete per i vostri gnocchi: ricordate di farle bollire intere con tutta la buccia. Per velocizzare l'operazione, utilizzate patate abbastanza piccole: in circa 30 minuti (da bollore dell'acqua) le vostre patate dovrebbero essere pronte. 
  2. Non appena le patate risulteranno morbide scolatele e fatele raffreddare. Nel frattempo iniziate a preparare la crema di zucchine gialle: sbucciate e tritate lo scalogno e ponetelo in una pentola a soffriggere con un filo d'olio E.V.O. Dopo qualche minuto aggiungete le zucchine gialle lavate e tagliate a cubetti, un pizzico di sale e mescolate bene, quindi bagnate con 4 mestoli di acqua bollente e fate cuocere con un coperchio, a fuoco lento, per circa 20 minuti. 
  3. Quando le patate saranno completamente raffreddate schicciatele in una ciotola con l'aiuto dello schiacciapatate, aggiungete un pizzico di sale e un pizzico di pepe nero, l'uovo ed iniziate ad impastare aggiungendo la farina mano a mano. Il quantitativo di farina giusta da aggiungere dipende molto dalla patata, potrebbe essere quindi che i 300g indicati non siano sufficienti o siano troppi: regolatevi in base alla consistenza ed assicuratevi sempre che l'impasto abbia assorbito tutta la farina prima di aggiungerne altra. 
  4. Dopo aver creato un'impasto morbido, elastico e leggermente appiccicoso, passate alla preparazione vera e propria degli gnocchi: staccate delle palline d'impasto dal panetto, formate i classici serpentelli e porzionateli in quadretti di circa 3cm. Ottenuti i cubetti rigateli strofinandoli sull'apposita tavoletta oppure con una forchetta e metteteli da parte su una superficie infarinata. 
  5. Mettete a bollire l'acqua per cuocere gli gnocchi e nel frattempo tagliate la pancetta a striscioline e fate riscaldare una padella antiaderente. 
  6. A questo punto, le zucchine dovrebbero essere pronte. inseritele nel boccale del frullatore con tutto il liquido residuo, regolate con sale e pepe, aggiungete qualche foglia di menta, un filo d'olio e fate frullare fino ad ottenere una crema molto liscia (se dovesse risultare troppo densa aggiungete qualche cucchiaio di acqua bollente e continuate a frullare).
  7. Mettete la crema da parte e calate gli gnocchi in acqua salata, quindi ponete la pancetta sulla padella calda e fate cuocere fino a che diventi ben croccante. Nel frattempo con un minipimer frullate la burrata, aggiungendo 1 cucchiaino della sua acqua. 
  8. I vostri gnocchi con crema di zucchina gialla, burrata e pancetta croccante sono quasi pronti: impiattate mettendo sul fondo la crema di zucchine, scolate gli gnocchi, rigirateli nella pentola sporcandoli con un po' di crema di zucchine gialle, quindi aggiungeteli al piatto. Distribuite quindi qualche cucchiaio di crema di burrata e concludete aggiungendo la pancetta croccante. Gli gnocchi con crema di zucchina gialla, burrata e pancetta croccante sono pronti, Buon appetito e buon divertimento! 
    gnocchi zucchina gialla burrata pancetta


crème caramel

creme caramel
Il crème caramel è uno dei miei dolci preferiti: fresco, cremoso.. impossibile resistergli!
Nonostante il nome sia francese, il crème caramel è un dolce originario del Portogallo; proprio per questo nel nostro paese era precedentemente chiamato "latte alla portoghese".
Dolce diffusissimo nei ristoranti di tutto il mondo, il crème caramel è facile da preparare e si conserva perfettamente in frigorifero, cosa che lo rende un dessert davvero indicato per quelle occasioni in cui volete preparare un menù ricco ottimizzando i tempi il più possibile.
Potrete preparare il vostro crème caramel utilizzando uno stampo unico oppure separare il composto in piccoli stampini, in modo da ottenere diverse monoporzioni: entrambi i metodi hanno lo stesso metodo di preparazione e lo stesso tempo di cottura, quindi scegliete in base al tipo di presentazione del dolce che volete realizzare.
Il mio consiglio è quello di preparare il crème caramel negli stampini di alluminio: in questo modo potrete servire i vostri crème caramel come eleganti monoporzioni e conservare quelli che avanzano ordinatamente nel frigo.
Una volta sperimentata la preparazione base, che prevede l'aroma di vaniglia, potrete sbizzarrire la vostra fantasia creando crème caramel aromatizzati secondo i vostri gusti: caffè, menta, cannella.. seguite i suggerimenti delle vostre papille gustative!
Senza ulteriori indugi andiamo a vedere come realizzare il crème caramel, il budino più famoso del mondo!

Ingredienti: 

  • 250ml di latte
  • 100ml panna
  • 2 uova + 1 tuorlo 
  • 140g di zucchero 
  • 1 baccello di vaniglia (o altro aroma a piacere) 

Preparazione: 

  1. Come detto precedentemente, preparare il crème caramel è davvero semplice: iniziate mettendo il latte in una pentola, aggiungete la stecca di vaniglia e mettetelo sul fuoco a fiamma bassa, facendolo arrivare a bollore, quindi togliete dal fuoco e fate raffreddare.
  2. Nel frattempo sbattete bene le uova con metà dello zucchero: quando il latte sarà raffreddato aggiungetevi la panna e versate il tutto a filo nelle uova, continuando a mescolare.
  3. Mettete il composto da parte e passate alla preparazione del caramello: fate sciogliere il resto dello zucchero in un pentolino con un cucchiaio d'acqua, a fiamma molto bassa. Fate molta attenzione a mescolare continuamente, in modo da non fare attaccare lo zucchero e da assicurarvi che il caramello non si bruci. 
  4. Non appena il caramello sarà pronto versatelo sul fondo dello stampo (o degli stampini) e distribuitelo bene in modo che copra omogeneamente la base, aspettate che il caramello si raffreddi, quindi procedete versando il composto di latte nello stampo prescelto. 
  5. La cottura del crème caramel è forse la parte più difficile della preparazione: questa infatti dev'essere effettuata rigorosamente a bagnomaria. Ponete lo stampo (o gli stampini) in una teglia capiente e aggiungete acqua bollente, fino a coprire 1/3 dell'esterno dello stampo. 
  6. Cuocete quindi in forno preriscaldato a 160°/170° per circa 25 minuti, fin quando la crema non sarà ben solidificata. 
  7. Una volta pronto sfornate il crème caramel e lasciatelo raffreddare prima a temperatura ambiente, successivamente in frigorifero per almeno 4h. Il vostro crème caramel è pronto per essere gustato: al momento di servire capovolgete lo stampo su un piatto da portata (se avete preparato gli stampini utilizzate coppette o piattini monoporzione) e.. il gioco è fatto! Buon appetito e buon divertimento! 
    crème caramel

Fiori di zucca ripieni e fritti


I fiori di zucca ripieni e fritti sono uno degli antipasti più classici della cucina italiana: ogni regione ha la sua variante, una più buona dell'altra!
fiori di zucca
foto tratta da scattidigusto.it

I fiori di zucca infatti sono molto diffusi nel nostro territorio e sono i protagonisti di diversi piatti davvero gustosi:  abbiamo già parlato delle frittelle di fiori di zucca, piatto tipico della mia città natale, Cosenza (qui la ricetta).
Come tutti i golosi, il fritto è una delle mie passioni proibite: non è dietetico e non è salutare, ma una volta ogni tanto uno strappo alla regola è d'obbligo!
La ricetta dei miei fiori di zucca ripieni e fritti è davvero buonissima e super semplice da realizzare; date un'occhiata al video per vedere nel dettaglio tutti i passaggi della preparazione!
Due sono gli elementi che rendono i miei fiori di zucca ripieni e fritti un po' insoliti: per prima cosa il ripieno che, mentre nella versione classica viene realizzato con la mozzarella, in questo caso si prepara con la ricotta; in questo modo si eviterà la fastidiosa formazione di acqua all'interno del fiore, così da avere una croccantezza perfetta e un ripieno morbido e cremoso.
ricotta
foto tratta dal sito formaggio.it

La seconda particolarità dei miei fiori di zucca ripieni e fritti è la pastella: tra tutte le varianti possibili ho scelto di realizzarla con la birra, così da evitare l'aggiunta di lievito senza rinunciare all'effetto "gonfiante".
Utilizzare la birra nella preparazione dei fiori di zucca ripieni e fritti vi permetterà inoltre di dare un sapore più deciso alla pastella: scegliete con cura il tipo di birra da utilizzare in base ai vostri gusti, facendo attenzione a non utilizzarne una troppo aromatica (correreste il rischio di coprire il sapore delicato del fiore di zucca).
birra
foto tratta dal sito theteller.it

Senza ulteriori indugi, andiamo a vedere come preparare i nostri fiori di zucca ripieni e fritti!

INGREDIENTI: 

  • 300g di farina 00
  • 1 birra da 0,33 cl
  • 1 uovo
  • 200g di ricotta (a scelta, io ho utilizzato ricotta di bufala)
  • 1 vasetto di alici sott'olio
  • sale q.b.
  • pepe nero q.b.

PREPARAZIONE: 

  1. Per prima cosa preparate la pastella per i vostri fiori di zucca ripieni e fritti: iniziate ponendo in una ciotola la farina a fontana, aggiungete l'uovo, un pizzico di sale e un pizzico di pepe e versate a poco a poco la birra, mescolando bene con una frusta fino ad ottenere una consistenza liscia e densa. 
  2. Una volta che la pastella è pronta ponetela in frigo a riposare per 30 minuti. Passate quindi alla pulizia dei fiori di zucca: sciacquateli rapidamente sotto l'acqua a testa in giù, quindi facendo molta attenzione a non romperli apriteli e eliminate il pistillo interno, lasciando il gambo intatto.
  3. Procedete così per tutti i fiori di zucca; una volta finito poneteli in un piatto e metteteli da parte. A questo punto potete preparare la vostra crema di ricotta: in una ciotola unite ricotta, sale e pepe e mescolate bene fino ad ottenere una crema. Ponete la crema in una sac a poche e riempite delicatamente i fiori di zucca, facendo attenzione a non farla fuoriuscire. 
  4. Dopo aver riempito i fiori di zucca con la crema di ricotta terminate l'operazione inserendo all'interno di ogni fiore un filetto di alice ben sgocciolato, continuando a fare attenzione per non rompere il fiore. 
  5. Prendete una padella dai bordi alti e riempitela di olio di semi d'arachidi: ponete sul fuoco e fate riscaldare bene. Quando l'olio sarà arrivato alla temperatura adatta per friggere prendete la pastella dal frigorifero e immergete delicatamente ogni fiore di zucca, ruotandoli per eliminare la pastella in eccesso e per chiudergli la punta. 
  6. Friggete ogni fiore di zucca per circa 3 minuti per lato; quando avranno raggiunto la giusta doratura scolateli su carta assorbente e poneteli su un piatto da portata. Servite i vostri fiori di zucca ripieni e fritti ancora caldi e croccanti, magari accompagnandoli a una bella birra fresca! Buon appetito e buon divertimento! 
    fiori di zucca ripieni e fritti