La cucina di Sandrina

Scopriremo insieme gli itinerari gastronomici più succulenti, sperimentando nuove ricette per stupire il palato!

Calamari ripieni al pomodoro

By venerdì, ottobre 23, 2015

La ricetta dei calamari ripieni è un classico della cucina italiana: specialmente nelle città marinare. Proprio dalla grande diffusione di questo piatto dipendono le numerose varianti per preparare i calamari ripieni, tuttavia, nonostante la diversità degli ingredienti che compongono il ripieno, il procedimento per dare vita a questo piatto è quasi sempre uguale, nonchè molto semplice!

I calamari ripieni inoltre,

sono un piatto abbastanza leggero e salutare, adatto a tutti i tipi di dieta. Le proprietà naturali dei molluschi infatti sono molteplci: mangiare i calamari ripieni vi permetterà di non appesantirvi, ma senza rinunciare al gusto! 
Possiamo preparare questo piatto variando gli ingredienti del ripieno dei calamari secondo i nostri gusti e quelli dei nostri ospiti, tuttavia una cosa è fondamentale per la buona riuscita di questa ricetta: la cottura dei calamari. 
La particolare consistenza di questi molluschi implica una cottura più lunga rispetto alle altre specie ittiche, che solitamente cuociono in pochi minuti: per avere un calamaro perfetto è necessario regolarsi attentamente in quanto se la cottura è troppo breve il calamaro rimarrà troppo duro, mentre se troppo prolungata diventerà gommoso e davvero immangiabile! 
Osserviamo insieme come preparare questa semplice ricetta! 

INGREDIENTI: (Dose x 4 persone) 

  • 8 calamari di media grandezza
  • 500g di pomodori ciliegini
  • 50 ml di vino bianco
  • 1 spicchio d'aglio
  • qualche acciuga
  • pangrattato q.b. (sarebbe meglio mollica di pane) 
  • 1 mazzetto di prezzemolo 
  • olio extravergine d'oliva q.b.
  • sale q.b.

PREPARAZIONE: 

  1. Per prima cosa, nella preparazione dei calamari ripieni, è necessario pulire i molluschi: se non avete fatto fare questo passaggio al vostro pescivendolo di fiducia, non preoccupatevi, pulire i calamari è molto semplice. Poneteli uno per uno sotto l'acqua corrente, quindi infilate una mano all'interno della sacca e delicatamente staccate "l'osso" centrale. 
  2. Una volta lavati i calamari poneteli su un tagliere e privateli delle tasche e dei tentacoli, quindi tagliate finemente queste due parti a coltello: vi serviranno per il ripieno dei calamari.
  3. A questo punto preparate un fondo di cottura con olio e.v.o. e uno spicchio d'aglio, appena soffrigge fate cuocere le parti di calamaro che avete tritato per circa 10 minuti, sfumando con il vino bianco dopo circa 2 minuti di rosolatura.
  4. Non appena i liquidi si saranno asciugati preparate il resto del ripieno: ponete il trito di tasche e tentacoli in una ciotolina e nella stessa padella fate tostare la mollica di pane (o il pangrattato) per circa 3/5 minuti. 
  5. A questo punto passate alla preparazione del sughetto nel quale cuocerete i calamari ripieni: ponete sul fuoco una pentola con acqua, non appena questa bolle calatevi i pomodorini per circa 2 minuti, scolateli e privateli della pelle esterna. (grazie a questo breve passaggio nell'acqua calda la pelle sarà facilissima da rimuovere!)
  6. Adesso, sempre nella padella che avete utilizzato per cuocere il tutto, preparate un fondo di cottura con olio e.v.o. e mettetevi a cuocere i pomodorini, a fiamma bassa, facendoli spappolare piano piano.
  7. Mentre il sughetto inizia la sua cottura, preparate i calamari: mischiate i tentacoli tritati, la mollica, le alici e il prezzemolo tritato, e ottenete un composto ben amalgamato e compatto. Passate quindi a riempire i calamari: aiutandovi con un cucchiaino e con le mani fate scivolare il ripieno in ogni calamaro, riempiendolo bene quasi fino al bordo. Una volta riempiti tutti, procedete chiudendone i bodi con uno stuzzicadenti, in modo che in cottura non fuoriesca il ripieno. Non appena il sughetto di pomodoro inizierà a bollire, metteteci i calamari, coprite con un coperchio e lasciate cuocere per circa 20 minuti, a fuoco medio-basso, controllando costantemente che il sughetto non si asciughi da tutti i liquidi.
  8. Trascorso questo tempo, il vostro piatto dovrebbe essere pronto: spegnete il fuoco, trasferite tutto in un piatto da portata, togliete gli stuzzicadenti e servite i vostri calamari ripieni ancora caldi. Buon appetito! Potrete utilizzare questo piatto per un pranzo veloce o accompagnarlo ad altre specialità di pesce in un menù più ricco.. a voi la scelta! 

Ti potrebbe interessare anche:

0 commenti