Mollicata

mollicata
Yields: 4 Servings Difficulty: Easy Prep Time: 15 Mins Cook Time: 10 Mins Total Time: 25 Mins

Mollicata: gli spaghetti con alici e mollica di pane della tradizione

La pasta con alici e mollica, chiamata mollicata, è un classico piatto delle regioni del sud Italia.
Semplice da preparare, buonissimo e realizzato con pochi ingredienti, è diventato facilmente un piatto molto amato ovunque.
Nella tradizione calabrese, in particolare in quella della mia provincia d’origine, Cosenza, si usa prepararlo per la cena della vigilia di Natale.
Anche oggi in tutte le case cosentine il 24 dicembre non può mancare questo primo piatto, che viene servito subito dopo le 9, ora in cui risuonano in tutta la città le campane che annunciano la nascita di Gesù.

Io ho sempre amato moltissimo questo piatto, proprio per questo non mi accontento di mangiarlo una volta all’anno!
Anche se è un piatto molto povero, la mollicata è davvero gustosa e saporita: la salinità delle alici si sposa perfettamente con la mollica di pane abbrustolita e aromatizzata, una vera goduria!
Rispetto ad altre ricette tradizionali, come ad esempio la pasta alla genovese, questo piatto è davvero rapidissimo.
Data la semplicità della ricetta la mollicata è quindi l’ideale anche per un pranzo o una cena da preparare velocemente senza rinunciare al gusto.
Gli elementi più importanti per questo piatto sono le alici sott’olio, che devono essere di alta qualità e soprattutto conservate in olio extravergine d’oliva, e la mollica di pane, che deve essere tritata grossolanamente e rosolata al punto giusto, così da mantenere la croccantezza.
Anche la pasta gioca un ruolo fondamentale nella mollicata. Tradizionalmente infatti bisogna usare una pasta lunga che tenga bene la cottura; spaghettoni, linguine o spaghetti alla chitarra.

Se non amate la pasta lunga, potete sperimentare questa ricetta anche con la pasta corta, scegliendo bene il formato.
Essendo una pasta priva di sugo, meglio evitare formati cavi come penne, rigatoni o tortiglioni: il risultato potrebbe essere troppo secco e il condimento non si distribuirebbe bene.
Tra i vari formati di pasta corta io consiglio le orecchiette o gli gnocchetti (tipo gnocchetti sardi), due tipologie di pasta che tengono bene la cottura e che sono adatti a qualsiasi condimento.
Un altra piccola modifica che potete fare è usare la colatura di alici al posto delle alici sott’olio. Il risultato sarà una mollicata dal sapore più intenso, che potrete smorzare con un po’ di formaggio grattugiato.
Se scegliete di usare la colatura di alici, ricordate che questo ingrediente non ha bisogno di cottura.
Potrete preparare la vostra mollicata semplicemente mantecando gli spaghetti direttamente a fine cottura con la colatura di alici e la mollica abbrustolita.

Che differenza c’è tra mollicata e pasta con le sarde?

Le differenze tra i due piatti riguardano alcuni ingredienti presenti nel condimento. La mollicata è decisamente più povera della pasta con le sarde, e prevede solo alici, olio e mollica di pane.
Nella pasta con le sarde invece troviamo anche il finocchietto selvatico, l’uva passa e i pinoli; inoltre vengono utilizzate le sarde fresche e non le alici sott’olio. Si tratta di una variante decisamente più simile alla puttanesca bianca che alla mollicata.

Ingredients

0/7 Ingredients
Adjust Servings

Instructions

0/5 Instructions
  • Per prima cosa iniziate a preparare la mollica: tritatela grossolanamente ponendola in un mixer per qualche secondo, quindi ponetela in una padella antiaderente e fatela tostare. Fate attenzione che non si bruci: Non appena vi accorgete che inizia a colorarsi spegnete il fuoco, toglietela dalla padella e trasferitela in una ciotolina. 
  • A questo punto iniziate a preparare la pasta: ponete in ebollizione l'acqua per gli spaghetti, nel frattempo mettete in una padella o in un pentolino circa 5 cucchiai di olio, lo spicchio d'aglio e il peperoncino tritato. 
  • Fate soffriggere per circa 1 minuto, quindi aggiungete i filetti di alici e mescolate bene fino a quando quest'ultimi non risultino completamente sciolti. A questo punto spegnete il fuoco e mettete da parte. 
  • Mentre la pasta cuoce tritate il prezzemolo e aggiungetelo alla mollica abbrustolita, mescolando bene in modo da distribuirlo per bene.  Quando gli spaghetti risultano al dente scolateli e rimetteteli nella pentola, quindi aggiungete le alici disciolte nell'olio e girate fino a quando tutta la pasta non sarà impregnata di condimento.
  • Adesso aggiungete poco alla volta metà della mollica, continuando a mescolare in modo che anch'essa si distribuisca uniformemente. ATTENZIONE: questa operazione dev'essere svolta molto velocemente, altrimenti correte il rischio di far scuocere la pasta, rovinando così il risultato.  Impiattate gli spaghetti, quindi spolverizzate ogni piatto con una cucchiaiata della mollica avanzata e servite subito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *