tiramisù alle fragole

tiramisù alle fragole
Yields: 4 Servings Difficulty: Medium Prep Time: 1 Hr

Tiramisù alle fragole: freschezza e cremosità a portata di cucchiaino!

Che meraviglia il tiramisù alle fragole! Un dolce squisito e molto semplice da preparare, perfetto per la stagione estiva!
Continuamente rivisitato da illustri pasticcieri e non, il tiramisù rimane una delle preparazioni più diffuse nelle nostre cucine.

La ricetta del tiramisù alle fregole è una rivisitazione abbastanza diffusa del tiramisù classico: una ricetta che si adatta bene anche a chi non ha tanta dimestichezza con i fornelli.
Sono innumerevoli le varianti di tiramisù che è possibile trovare, tuttavia le più buone e semplici da realizzare rimangono le versioni classiche: tiramisù al caffè e tiramisù alla fragola.
La ricetta che vi propongo è veramente semplice: assicuratevi tuttavia di avere delle uova davvero fresche, in quanto andranno utilizzate “a crudo”.

Nelle pasticcerie in realtà l’uovo non viene messo a crudo, ma viene pastorizzato. Questa operazione però potrebbe risultare leggermente difficoltosa, specialmente se non si dispone di un termometro da cucina.
Per pastorizzare i tuorli bisognerebbe montarli con lo zucchero a bagno maria, mantenendo una temperatura dell’acqua costante di circa 60°C.

Per pastorizzare gli albumi invece andrebbe aggiunto sciroppo di zucchero (zucchero fatto sciogliere a bagno maria) mentre si montano. Anche in questo caso lo sciroppo deve avere una temperatura di 60°C.
Il rischio che si corre quando si pastorizzano le uova senza gli strumenti adatti è di portare la temperatura ad una gradazione troppo elevata, una mossa che rovinerebbe tutto il risultato.
Io utilizzo entrambi i metodi, a seconda delle quantità. Se devo preparare solo una piccola porzione che finirà molto molto velocemente, utilizzo uova fresche ed evito la pastorizzazione, mentre se devo preparare quantitativi più abbondanti (dalle 4 porzioni in su) preferisco sempre pastorizzare.

Quando evito la pastorizzazione utilizzo solo uova freschissime, acquistate dalla mia “contadina” di fiducia: le uova da bere, per intenderci.
Nei passaggi di spiegazione della ricetta vi mostrerò entrambi i metodi di preparazione, così potrete scegliere quale dei due preferite. Ricordate che, se avete intenzione di conservare il tiramisù per più di 24 ore, la pastorizzazione delle uova è assolutamente necessaria, per evitare che si deteriorino.

Se volete provare una versione alternativa di tiramisù con una crema senza uovo, il mio consiglio è quello di usare ricotta e mascarpone.
Una crema al formaggio come quella della cheesecake infatti si abbina bene con il caffè, ed è più gustosa di una crema a base di panna montata e mascarpone.

Ingredients

0/6 Ingredients
Adjust Servings

Instructions

0/6 Instructions
  • Per prima cosa lavate le fragole e tagliatele a pezzettini, quindi mettetele in una ciotola con 100g di zucchero, il succo dei due limoni e aggiungete qualche cucchiaio di acqua fredda, girate e riponete in frigorifero per almeno 1h in modo che si formi il classico sughetto alla fragola.
  • Nel frattempo preparate la crema al mascarpone: separate i tuorli dagli albumi e montate questi ultimi a neve ferma, aggiungendo un paio di cucchiai di sciroppo di zucchero a 60°C che otterrete cuocendo 150 g di zucchero con 50 ml di acqua. Se non volete pastorizzare l'uovo montate soltanto gli albumi con 50 g di zucchero a neve ferma.
  • Montate i tuorli d'uovo con il rimanente sciroppo di zucchero fino ad ottenere un composto liscio, gonfio e molto molto spumoso. Potete montare in planetaria (o a mano) aggiungendo lo sciroppo a 60°C oppure se lo sciroppo è freddo montare a bagno maria con l'acqua a 60°C. Se non volete pastorizzare l'uovo montate i tuorli con lo zucchero fino ad ottenere la consistenza desiderata.
  • Quando la crema di tuorli si sarà raffreddata unite delicatamente il mascarpone setacciato (che dev'essere a temperatura ambiente), e successivamente amalgamate anche gli albumi, facendo attenzione a non smontare il composto e girando con un cucchiaio di legno dal basso verso l'alto sempre nello stesso verso.
  • é il momento di comporre il vostro tiramisù: con l'aiuto di un colino separate le fragole dal proprio sughetto e con questo bagnate i savoiardi immergendoli uno per uno nel recipiente con il condimento. Ponete invece le fragole in una ciotola e frullatele con l'apposito utensile fino ad ottenere una salsa liscia e omogenea. Ricoprite uniformemente il fondo della pirofila che userete di savoiardi bagnati e proseguite stendendovi prima uno strato leggero di composta fragole e poi la crema al mascarpone, proseguendo in quest'ordine (savoiardi-composta di fragole-crema) fino ad esaurimento degli ingredienti.
  • Riponete il tutto in frigorifero per almeno 1h e.. il vostro tiramisù alle fragole è pronto per essere gustato! In alternativa alla solita pirofila in vetro, potrete usare sfiziose coppette monoporzione: un impiattamento più originale adatto anche ad altri dolci al cucchiaio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *