Pulpo a la gallega

pulpo a la gallega
Yields: 4 Servings Difficulty: Easy Prep Time: 30 Mins Cook Time: 30 Mins Total Time: 1 Hr

Pulpo a la gallega: una ricetta insolita per un abbinamento di sapori classico

Il pulpo a la gallega è davvero un piatto eccezionale, ricco e gustoso: appena lo proverete non riuscirete più a farne a meno.
La ricetta del pulpo a la gallega è originaria della Galizia, una regione Nord occidentale della Spagna. Questa ricetta veniva preparata usualmente nei giorni festivi, e per questo è anche conosciuta con il nome di pulpo a la feira. Nonostante gli ingredienti fondamentali di questo piatto, polipo e patate, siano un classico nella gastronomia mediterranea, in questa ricetta si combinano in modo speciale. 
La prima volta che ho assaggiato questo piatto non riuscivo a credere che la sua preparazione fosse così semplice! Potrete sperimentare questa ricetta come piatto unico, oppure accompagnarla a qualche antipasto di pesce ugualmente rapido e saporito.

Anche se il polipo è uno dei molluschi dalla cottura più lunga, preparare il pulpo a la galiega è davvero facile: con la giusta pazienza in poche mosse realizzerete un piatto perfetto.
Per semplificare ulteriormente la preparazione, ricordate di chiedere al vostro pescivendolo di fiducia di pulire il polipo per voi; in questo modo potrete procedere subito con la bollitura.
Potete usare anche del polipo surgelato; (secondo alcuni il congelamento è anche il modo migliore per far ammorbidire i tessuti del mollusco) in questo caso abbiate cura di scongelarlo almeno 24 ore prima della preparazione.

Come ottenere un polipo perfetto

Per ottenere un polipo morbido che si scioglie in bocca è necessario seguire alcuni piccoli accorgimenti, che valgono sia per il polipo fresco che per quello decongelato.

  • Tenete bene i tempi: il polipo deve bollire 20 minuti per kilo: pesate il polipo prima di cuocerlo e modificate questa regola in base alla quantità.
  • Immergete il polipo in acqua già bollente: lo shock termico aiuterà a rompere i tessuti e ad ammorbidirli.
  • Fate raffreddare il polipo nella sua acqua:
  • : anche questo accorgimento aiuta ad ottenere un polipo morbidissimo.

Ingredients

0/5 Ingredients
Adjust Servings

Instructions

0/5 Instructions
  • Come avrete intuito dalla lista degli ingredienti, preparare questo piatto è davvero semplice! Per prima cosa mettete a bollire una pentola d'acqua: sceglietene una abbastanza capiente poichè dovrà contenere sia il polipo che le patate! Non appena l'acqua bolle, mettete a bollire il polipo: prima di calarlo definitivamente nell'acqua, immergetelo e risollevatelo per 3 volte, aiutandovi con qualche utensile da cucina.
  • Lasciate bollire il polipo per 1h circa, quindi con l'aiuto di una pinza prendetelo dall'acqua e ponetelo in un piatto a raffreddare. È importante non scolare il polipo: in quella stessa acqua infatti metterete subito a bollire le patate. Lasciatele cuocere intere, con tutta la buccia: in questo modo l'interno rimarrà compatto.
  • Una volta pronte, scolatele e fatele raffreddare, quindi togliete la buccia e tagliate a fette spesse circa 5mm. A questo punto tagliate anche il polipo a tocchetti e mettete a scaldare una padella dai bordi alti, ricoprendo il fondo con olio e.v.o.
  • Non appena l'olio soffrigge aggiungete le patate, alzate la fiamma e fate saltare in modo che l'olio si distribuisca omogeneamente quindi aggiungete il polipo: fate cuocere per circa 5 minuti a fiamma abbastanza alta, facendo saltare il contenuto della padella molto frequentemente in modo che non si bruci niente. È FONDAMENTALE per la buona riuscita del piatto non girare mai con cucchiaio o simili: le fette di patate infatti si romperebbero e s'impregnerebbero d'olio.
  • Trascorsi i 5 minuti aggiungete la paprika, continuando a fare saltare il polipo e patate in modo che la spezia si distribuisca omogeneamente, quindi spegnete il fuoco e fate scivolare il contenuto della padella nel piatto da portata, che avrete precedentemente ricoperto con del sale grosso. Terminate il piatto spargendo altro sale grosso su tutta la superficie, quindi servite ancora caldo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *