Pizza in teglia romana

Yields: 4 Servings Difficulty: Medium Prep Time: 40 Mins Cook Time: 20 Mins Total Time: 1 Hr

Pizza in teglia romana a lunga lievitazione: i segreti per teglie perfette!

La pizza in teglia romana per me è la pizza per eccellenza. La croccantezza della base e la morbidezza dell’impasto, la sperimentazione con condimenti diversi, la possibilità di mangiare tanti e tanti pezzi.. Insomma una delizia!
Da qualche tempo preparare la pizza in teglia romana in casa è diventata una vera e propria sfida: complice il successo di programmi televisivi, tutti provano a riprodurla nelle mura domestiche.

Io amo preparare i lievitati e amo moltissimo la pizza, e non smetto mai di sperimentare nuovi impasti.
Se ho poco tempo opto per una pizza in teglia rapida, mentre se ho molto tempo a disposizione mi cimento con la pizza napoletana.
Negli scorsi mesi ho provato centinaia di ricette per ottenere risultati perfetti senza accessori o forni professionali, e finalmente ho trovato la combinazione perfetta!

I segreti per una pizza romana in teglia perfetta

Per ottenere una pizza in teglia perfetta non basta seguire le proporzioni degli ingredienti, è necessario avere alcune piccole accortezze. Vediamole in questo breve elenco:

  • L’impasto: è fondamentale lavorare molto l’impasto, per fare in modo che si incordi alla perfezione e che incorpori aria il più possibile.
  • Il sale: Il sale è molto pericoloso per gli impasti, perchè può “uccidere” il lievito. Il segreto è aggiungerlo all’impasto dopo 10 minuti, quando il lievito sarà già amalgamato all’impasto. Bisognerà poi impastare per almeno altri 10 minuti, in modo che ogni granello si incorpori alla perfezione.
  • L’olio: L’olio dev’essere aggiunto alla fine. L’aggiunta dell’olio all’impasto sarà l’ultimo step prima della lievitazione
  • La lievitazione: La lunga lievitazione dell’impasto è fondamentale per la teglia alla romana. Io consiglio almeno 24 ore di lievitazione per l’impasto, da effettuare in frigorifero, e almeno 3 ore di lievitazione per i panetti da effettuare a temperatura ambiente.
  • Lo staglio: lo staglio dell’impasto è fondamentale per l’alveolatura: consiglio di effettuarlo anche se dovete preparare un unica teglia. Utilizzando una spatola o un coltello da trito potrete dividere l’impasto e formare dei panetti
  • La farina aggiuntiva: Per effettuare lo staglio e per la stesura è necessaria della farina aggiuntiva. Il mio consiglio è quello di utilizzare semola rimacinata e non farina normale: la semola infatti non si incorporerà all’impasto e renderà la base della pizza ben croccante. Usando la farina normale invece rischierete di “appesantire” i panetti: la farina aggiuntiva infatti si incorporerebbe all’impasto e lo renderebbe meno idratato.
  • La cottura: La cottura della teglia è fondamentale. Il mio consiglio è quello di usare forno statico al massimo (circa 250°C) e di poggiare la teglia direttamente sulla base del forno: in questo modo sarete sicuri che la base diventerà ben croccante e che la parte superiore non si bruci.
  • Il condimento: Quasi nessuno lo dice, ma per avere una teglia perfetta è necessario fare attenzione anche a questo aspetto. I formaggi dovranno essere aggiunti solo alla fine, dopo che la base è già cotta. In questo modo l’acqua della mozzarella non andrà ad inficiare l’impasto. Il rischio che si corre aggiungendo la mozzarella all’inizio e che l’impasto non cuocia adeguatamente.

Pizza in teglia perfetta: consigli per gli acquisti

Per ottenere una pizza ottima è necessario usare ingredienti di qualità, teglie adatte e, possibilmente, un’impastatrice planetaria (la lavorazione con l’impastatrice è più facile e i risultati sono migliori).
Prima di dedicarmi alla cucina, ho lavorato per un famoso sito italiano come esperta di elettrodomestici da cucina: ciò mi ha permesso di testare tantissime planetarie e di capire quali sono le migliori in commercio. Ecco quindi un piccolo elenco dei miei accessori preferiti per preparare la pizza!

Migliori farine per pizza

Migliori planetarie per pizza

Migliori teglie per pizza

Ingredients

0/12 Ingredients
Adjust Servings
    Per l'impasto: dosi per 2 teglie rettangolari grandi (45 x 30 cm)
  • Per il condimento margherita

Instructions

0/11 Instructions
  • Iniziate facendo sciogliere il lievito di birra nell'acqua tiepida. Mentre il lievito si scioglie mettete la farina nella ciotola della planetaria o in una ciotola ampia per impastare a mano ed iniziate a mescolare per fare incorporare aria.
  • Quando il lievito è sciolto aggiungete l'acqua alla farina ed iniziate ad impastare. Se usate la planetaria regolatela ad una velocità minima, mentre se impastate a mano aiutatevi con un cucchiaio di legno per amalgamare bene gli ingredienti.
  • Impastate per 10 minuti, quindi aggiungete il sale e continuate ad impastare più energicamente per altri 10 minuti. Se utilizzate la planetaria aumentate la velocità a 4, mentre se impastate a mano cercate di mescolare più rapidamente.
  • Trascorsi i 10 minuti riducete nuovamente la velocità e aggiungete l'olio. Impastate lentamente per altri 5 minuti, fino a quando tutto l'olio non sarà amalgamato.
  • Quando l'impasto sarà ben amalgamato spostatelo su una spianatoia infarinata abbondantemente, effettuate qualche rapida piega e mettetelo in una ciotola molto ampia leggermente oliata. Non spaventatevi se l'impasto sembra molto liquido: è un impasto ad alta gradazione quindi è normale che non si crei una palla soda. Chiudete la ciotola con il coperchio o con della pellicola trasparente e mettete a lievitare in frigo per 24 ore.
  • Trascorse le 24 ore riprendete l'impasto e fatelo scivolare su una spianatoia ricoperta di semola rimacinata. Dividete a due l'impasto e formate due panetti. Prendete ogni metà di impasto, lavoratela rapidamente con le mani quindi ripiegate le estremità varie volte fino ad ottenere un panetto.
  • Mettete ogni panetto in una ciotola oliata o in un tapperwere con coperchio ermetico: il contenitore deve essere ampio perché i panetti lieviteranno nuovamente. Chiudete le ciotole con pellicola o con coperchi ermetici e lasciate lievitare per almeno 3 ore in un luogo asciutto. (Io metto le ciotole nel forno spento.)
  • Trascorso il tempo della seconda lievitazione procedete alla stesura: Fate scivolare l'impasto sulla spianatoia ricoperta di semola, spolverate un po' di semola sulla superficie dell'impasto e iniziate a stendere allargando l'impasto dai bordi. Vedrete che si sono formate delle bolle naturali: cercate di non scoppiarle mentre stendete l'impasto. Quando avrete ottenuto una sorta di quadrato spostate delicatamente l'impasto nella teglia e aggiustate i bordi. Ricordate di toccare l'impasto il meno possibile!
  • Prima di infornare ricoprite la superficie della pizza con la polpa di pomodoro condita con olio e sale. Stendetela molto delicatamente, usando un pennello di silicone o le mani.
  • Infornate a forno già caldo, 250° modalità statica sopra e sotto, poggiando la teglia direttamente sulla base del forno. Dopo circa 10 minuti riprendete la teglia e aggiungete la mozzarella o gli altri condimenti a vostra scelta, quindi infornate nuovamente per altri 5 minuti, fino a quando i formaggi non saranno sciolti.
  • A questo punto la vostra teglia e pronta: sfornatela e servitela subito!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *