Polpette di melanzane

polpette di melanzane
Yields: 4 Servings Difficulty: Easy Prep Time: 30 Mins Cook Time: 30 Mins Total Time: 1 Hr

Polpette di melanzane: ricetta calabrese super gustosa e facile!

Le polpette di melanzane sono un classico della cucina calabrese, riprodotto anche nelle altre regioni del Sud Italia.
Croccanti fuori e morbide dentro, aromatiche e gustose, la polpetta di melanzane è uno di quei fritti a cui è impossibile resistere.
La mia ricetta è 100% tradizionale: come scrivo spesso, io sono originaria della città di Cosenza, e li le polpette (anche quelle di melanzane) sono una vera e propria istituzione.
Anche se si tratta di un fritto abbastanza facile, per realizzare delle polpette perfette è necessario seguire alcuni piccole accortezze: nei prossimi paragrafi trovate tutti i miei trucchi segreti!

Come preparare le polpette di melanzane?

Ci sono dei piccoli segreti per preparare polpette di melanzane perfette, umide e morbide dentro e croccanti fuori: eccoli qui!

  • Cuocere le melanzane al forno: per ottenere la polpa di melanzana da usare nell’impasto delle polpette il segreto è cuocere la melanzana al forno: tagliatela a metà, incidete la polpa con dei taglietti (fondamentale, altrimenti scoppia!) e fate cuocere fino a quando la polpa non sarà cotta. In questo modo la polpa sarà umida e perfetta per un impasto omogeneo.
  • Eliminare l’acqua in eccesso dalle melanzane prima d’impastare le polpette: basterà mettere la polpa di melanzane (cotta) in un colino con qualche foglio di carta assorbente sopra. In circa 15 minuti l’acqua in eccesso sarà assorbita dalla carta e le melanzane potranno essere usate per l’impasto.
  • Usare pane vecchio o mollica di pane: non mi stancherò mai di dirlo, le polpette vanno fatte con il pane e non con il pangrattato! Anche quelle di melanzane non fanno eccezione: il pane è fondamentale perché assorbe i liquidi in eccesso e diventa una poltiglia che si amalgama perfettamente agli altri ingredienti.
  • Fare riposare un po’ l’impasto: se è possibile è sempre meglio fare riposare un po’ in frigo l’impasto delle polpette prima di formare le polpette vere e proprie. Anche questo step serve per fare assestare gli ingredienti.
  • Infarinare le polpette prima di friggerle: la polpetta di melanzane calabrese non è panata fuori, ma ha una crosticina croccante che si realizza infarinando la polpetta prima della frittura. Seguite gli step della ricetta per saperne di più!

Come conservare e riscaldare le polpette di melanzane?

Le polpette già cotte possono essere sia conservate in frigorifero per qualche giorno che congelate. Ricordate che, a prescindere dal metodo di conservazione, se conservate le polpette già fritte non ci sarà bisogno di rifriggerle quando volete consumarle. Basterà ripassarle in forno ventilato a 200° e torneranno ad essere croccanti come appena fritte.
Potete anche utilizzare una friggitrice ad aria: il meccanismo di funzionamento è uguale a quello del forno ventilato, quindi il risultato sarà molto simile.
Avendo lavorato nella redazione di un noto sito di consigli per gli acquisti, ho avuto l’opportunità di testare tantissime friggitrici ad aria: ecco le mie preferite da comprare su amazon!



Come friggere le polpette di melanzane?

I segreti per friggere le polpette di melanzane sono quelli di sempre: usare abbondante olio d’arachidi, una padella o pentola dai bordi alti e friggere poche polpette per volta.
Per una frittura perfetta poi è fondamentale tenere sotto controllo la temperatura dell’olio: incominciate a friggere quando l’olio raggiunge i 165°C e assicuratevi che la temperatura non salga mai sopra i 170°C e non scenda mai sotto i 150°C.
Per tenere sotto controllo la temperatura io utilizzo un termometro sonda: uno strumento utilissimo anche per preparare ricette di carne come brisket o capocollo di maiale, dal costo decisamente basso. Ecco qualche link per comprarlo su amazon!


Come accompagnare le polpette di melanzane?

Il modo perfetto per accompagnare le polpette è naturalmente con altri fritti! Nella tradizione calabrese queste polpette sono spesso servite come antipasto, insieme a polpette di riso, arancini, polpette di carne o altri fritti tradizionali come le mozzarelle in carrozza o i supplì al telefono. Anche optare per un fritto misto tutto vegetariano è un idea: potete sperimentare le cotolette di melanzane, i fiori di zucca fritti o qualche frittella di verdure.

Polpette di melanzane: tutte le varianti

Le mie polpette di melanzane sono quelle calabresi classiche, realizzate con polpa di melanzane, mollica di pane, uovo e formaggio. Da questa base potete partire per sperimentare tante diverse varianti: vediamo quali sono quelle più amate e come prepararle.

Polpette di melanzane light per la dieta

Si possono fare le polpette di melanzane light? Certo che si! Per prima cosa bisogna sostituire il metodo di cottura: no alla frittura, si alla cottura al forno o in friggitrice ad aria. Il risultato non sarà uguale, ma saranno comunque molto gustose.
Potete anche scegliere di usare mollica di pane integrale, evitare il pecorino e usare solo il più leggero parmigiano ed evitare l’uovo.

Polpette di melanzane al forno

Potete cuocere le polpette in forno o in friggitrice ad aria o sperimentare una variante “in teglia”, ancora più semplice da realizzare. Basterà preparare il normale impasto delle polpette di melanzane seguendo la mia ricetta e poi disporlo in una teglia imburrata e ricoperta di pan grattato. Spolverizzate la superficie della teglia con formaggio grattugiato e pan grattato, qualche fiocchetto di burro e.. Il gioco è fatto!

Polpette di melanzane senza pane

Chi non può o non vuole mangiare pane può provare a realizzare le polpette di melanzane con ingredienti alternativi. Come abbiamo visto la funzione del pane è quella di legare l’impasto facendo da collante; lo stesso risultato si può ottenere aggiungendo due patate bollite ed evitando la mollica.

Polpette di melanzane con carne

Per realizzare questa variante basterà diminuire la quantità di pane nell’impasto e aggiungere 200 grammi di carne tritata mista. Ricordate che la mollica sarà comunque necessaria per legare l’impasto, quindi non potete completamente eliminarla; se proprio non volete usarla provate ad aggiungere una patata bollita!

Polpette di melanzane con scamorza

L’ultima variante è anche la più golosa! Per realizzare le polpette con il cuore di scamorza filante dovrete seguire questa ricetta per la preparazione dell’impasto. Quando l’impasto sarà ben sodo realizzate dei bastoncini di scamorza e iniziate a formare le polpette. Seguite la tecnica dei supplì: formate le polpette, schiacciate la parte centrale con il dito, aggiungete la scamorza al centro e richiudete la polpetta.

Ingredients

0/12 Ingredients
Adjust Servings

Instructions

0/9 Instructions
  • Per prima cosa iniziate la preparazione delle melanzane. Tagliatele a metà, incidete la parte della polpa con dei tagli e infornate a 180°C fino a quando la superficie della polpa non risulterà dorata.
  • Sfornate le melanzane, quindi scavatele con un cucchiaio per separare tutta la polpa dalla buccia. Sfilacciate la polpa (potete farlo con le mani o con una forbice, o non averne bisogno se la polpa è ben cotta) e mettetela in un colino coperta da due pezzi di carta assorbente. In questo modo il liquido in eccesso verrà assorbito. Lasciate asciugare per circa 15/30 minuti.
  • Nel frattempo mettete il pane raffermo in ammollo: potete usare un po' di latte, acqua o un mix di acqua e latte. Se usate la mollica in busta non c'è bisogno di metterla in ammollo, mentre sconsiglio di usare pan grattato: non si amalgama all'impasto.
  • Quando la polpa ha eliminato un po' di acqua in eccesso mettetela in una ciotola insieme alla mollica di pane (o al pane ammollato e strizzato) un uovo e il formaggio.
  • a parte tritate l'aglio, la menta e il basilico, quindi aggiungeteli all'impasto. Salate e iniziate ad amalgamare con le mani o con un cucchiaio, mischiando fino ad ottenere un impasto omogeneo e compatto. Se l'impasto vi sembra troppo bagnato e non si riescono a formare le polpette, aggiungete altra mollica: potete anche sbriciolare una o più fette di pancarrè senza bisogno di ammollarlo.
  • Quando l'impasto sarà ben amalgamato copritelo con un po' di carta assorbente e lasciatelo per 15/30 minuti in frigo. Potete anche preparare l'impasto la sera prima e poi fare le polpette il giorno successivo, in linea di massima sappiate che più raffredda più si assesta.
  • Ora è il momento di formare le polpette: aiutandovi con un cucchiaio grande prendete una porzione di impasto e passatelo nelle mani fino ad ottenere una polpetta di forma ellittica ben omogenea.
  • Infarinate ogni polpetta, sbattendola un po' per eliminare la farina in eccesso, quindi ponete le polpette su un piatto man mano che preparate le altre.
  • Ora procedete con la frittura: aggiungete abbondante olio in una pentola o in una padella dai bordi alti e, quando l'olio raggiunge i 165 gradi, friggete qualche polpetta. Friggete poche polpette per volta in modo che l'olio non subisca shock termici. A questo punto le vostre polpette sono pronte.. buon appetito!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *